food-waste

Food Waste Reduction

Nuovo standard di Certificazione del Sistema per la prevenzione e gestione delle perdite e dello spreco alimentare, creato da Bureau Veritas Italia

SCENARIO

La FAO stima che un terzo di tutto il cibo prodotto a livello globale venga sprecato. Ogni anno nell'Unione europea (UE) vengono scartati circa 89 milioni di tonnellate (tonnellate) di cibo ovvero 179 kg a persona (che equivalgono a € 250 a persona all'anno). Nel frattempo, l'ONU indica che 800 milioni di persone nel mondo sono in uno stato di denutrizione.

Lo spreco alimentare non solo ha pesanti impatti economici e sociali ma ha anche gravi conseguenze sull’ambiente: esaurimento dei terreni agricoli e deforestazione, maggiore utilizzo di fertilizzanti chimici, perdita di diversità biologica, maggiore consumo di acqua, maggiore consumo di energia, più rifiuti da gestire, ecc.

Sia l'ONU, attraverso i suoi obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs), sia l'UE nell'ambito del Green Deal con la sua strategia "From Farm to Fork", stabiliscono una riduzione del 50% degli sprechi come obiettivo per il 2030 del cibo attualmente prodotto.
 

SOLUZIONE

Food Waste Reduction è uno standard di certificazione non accreditato creato da Bureau Veritas. Lo standard si basa su un approccio di sistema che consente di dimostrare la gestione e prevenzione delle perdite e degli sprechi alimentari.

Chi può essere certificato?
Qualsiasi operatore della filiera alimentare: produzione primaria, aziende di trasformazione alimentare, grande distribuzione, grossisti e punti vendita in ambito alimentare, ristorazione collettiva, logistica in ambito alimentare).

Cosa viene valutato?
Identificazione, gestione e quantificazione delle perdite e sprechi, che si generano in ogni processo della filiera produttiva; Definizione del piano di prevenzione dello spreco alimentare tenendo in considerazione la gerarchia di priorità raccomandata dalla FAO e dall'Unione Europea; Monitoraggio dei risultati ottenuti.
 

LA NOSTRA METODOLOGIA

Le fasi principali dell'iter di certificazione comprendono:

Verifica preliminare (su richiesta);
Gap-analysis e valutazione del livello di conformità dell’Organizzazione rispetto ai requisiti
Verifica documentale e di certificazione: Le attività di audit, volte alla verifica della conformità del Sistema rispetto ai requisiti, si articolano in due fasi, che si concludono con l’emissione del certificato;
Visite di sorveglianza annuale: svolte durante il periodo di validità del certificato, volte a monitorare il mantenimento del Sistema e il miglioramento continuo;
Rinnovo della certificazione (alla scadenza).

FAQ

Quali sono i principali vantaggi?
• Ottimizza i propri processi di produzione riducendo al minimo il rischio di perdite e sprechi;
• Riduce i costi economici dovuti alla cattiva gestione di perdite e sprechi alimentari;
• Supporto per l’allineamento alla strategia dell'UE "Farm to Fork" e con l'SDG12 per dimezzare lo spreco alimentare globale pro capite entro il 2030.