food-test

IFS LOGISTICS - VERSION 2.2

STANDARD PER L'AUDIT DEI SERVIZI LOGISTICI IN RELAZIONE ALLA QUALITÀ E ALLA SICUREZZA DEI PRODOTTI

SCENARIO

Il settore della logistica si trova sempre più spesso a dover dimostrare il proprio impegno nella gestione dell’igiene relativa alle fasi di stoccaggio e trasporto di prodotti alimentari.
IFS Logistics è uno standard per le aziende le cui attività sono servizi logistici di trasporto, magazzinaggio o attività di carico e scarico di prodotti alimentari e non alimentari.
Si applica a tutti i tipi di trasporto: su strada, per ferrovia, per nave o per aereo; ai prodotti congelati o refrigerati o ai prodotti stabili (liquidi, solidi o gassosi).
È applicabile anche ai fornitori di servizi di congelamento e scongelamento, di semplici processi di maturazione della frutta e alle aziende di logistica che fanno  ricorso a prestatori di servizi per le loro attività di trasporto e/o magazzinaggio.

SOLUZIONE

La nuova versione dello Standard IFS Logistic è ora disponibile in lingua inglese a questa pagina.
Questo standard è riconosciuto a livello internazionale in ambito GFSI (Global Food Safety Initiative).
Bureau Veritas possiede l’accreditamento Accredia per lo standard IFS Logistics.
Lo standard contiene 153 requisiti suddivisi in 6 capitoli:
Capitolo 1 - Responsabilità della Direzione (14 requisiti)
Capitolo 2 - Sistema di gestione della qualità e della sicurezza dei prodotti (21 requisiti)
Capitolo 3 - Gestione delle risorse (10 requisiti)
Capitolo 4 - Realizzazione del servizio (73 requisiti)
Capitolo 5 - Misure, analisi, miglioramenti (27 requisiti)
Capitolo 6 - Prodotto/piano di Food Defence e ispezioni esterne (8 requisiti)

Le fasi principali dell'iter di certificazione comprendono:
■ definizione dello scopo di certificazione
■ verifica preliminare (su richiesta): analisi delle lacune e valutazione dell'attuale conformità dell’organizzazione rispetto ai requisiti
■ verifica di certificazione (Certification Audit) che ha come risultato finale l'emissione del certificato
■ possibilità di scegliere la verifica di certificazione in modalità "non annunciata"
■ visite di rinnovo (tendenzialmente annuali) volte a controllare il miglioramento continuo

All'azienda viene consegnato al termine di ogni visita un Rapporto chiaro e completo, che consente di migliorare continuamente le prestazioni in materia di gestione della sicurezza alimentare.

  • Network

    Bureau Veritas coniuga l’affidabilità ed efficacia di un partner locale alle esigenze di gestione delle grandi reti internazionali.

  • Approccio

    La chiave del nostro successo è la collaborazione con il cliente, incentrata sull’obiettivo comune di sviluppo della sua organizzazione.

  • Soluzioni Integrate

    Bureau Veritas è in grado di proporre percorsi di audit di certificazione integrati a fronte dei più diffusi standard sui sistemi di gestione, assicurando coerenza, ottimizzazione ed efficienza.

FAQ

Da quando diventa obbligatoria la nuova versione 2.2?
La versione 2.2 dello standard è stata pubblicata a dicembre 2017.
La nuova versione è divenuta obbligatoria dal giorno 1 giugno 2018. A partire da tale tutti gli audit devono essere svolti secondo la nuova versione.

Quali sono i principali cambiamenti dalla versione 2.1 alla versione 2.2?
La nuova versione è un consolidamento della versione 2.1, in quanto considera alcuni adattamenti che si sono resi necessari, in particolare:
- Possibilità di effettuare audit NON ANNUNCIATI
- Nuovo requisito in materia di gestione della frode alimentare
- Piccoli adattamenti ai requisiti già presenti 
- Inclusione dell'“Erratum”
- Descrizione della procedura di “Integrity Program” 
- Inserimento obbligatorio del QR-code nel certificato IFS in modo da poter risalire all’autenticità dello stesso

Tempistiche e modalità per registrarsi con la modalità NON ANNUNCIATA
La registrazione con la nuova modalità è possibile a partire dall’1 marzo 2018.
Le azienda già certificate che vogliono registrarsi con la nuova modalità NON ANNUNCIATA, hanno avuto la possibilità di farlo fino alla data di validità del proprio certificato e fino al 15 agosto 2018.