edificio-sostenibilita

CERTIFICAZIONE DEL CONTENUTO DI MATERIALE RICICLATO PER PRODOTTI EDILI

OBBLIGHI DI LEGGE ED OPPORTUNITÀ

SCENARIO

Migliorare l’impatto ambientale delle proprie produzioni ed in particolare orientarsi verso l’impiego di materiale riciclato sta diventando una chiave competitiva cruciale per i Fabbricanti di materiali per l'edilizia, sia in termini di brand reputation e nell’ambito dei rating systems (LEED, BREEAM, ITACA, HQE, ...), sia per rispondere alle nuove disposizioni legislative in materia di Appalti pubblici.

Il D.Lgs. n. 50/2016 (cd Nuovo Codice Appalti) attribuisce un fondamentale valore agli aspetti ambientali, imponendo all’art. 34 'Criteri di sostenibilità energetica e ambientale' l’inserimento nella documentazione progettuale e di gara almeno delle specifiche tecniche e delle clausole contrattuali contenute nei Criteri Ambientali Minimi (CAM).

In particolare i CAM Edilizia (di cui al DM 11 Ottobre 2017) prescrivono che: “Il contenuto di materia recuperata o riciclata nei materiali utilizzati per l’edificio, anche considerando diverse percentuali per ogni materiale, deve essere pari ad almeno il 15% in peso valutato sul totale di tutti i materiali utilizzati. Di tale percentuale, almeno il 5% deve essere costituita da materiali non strutturali”.

SOLUTION

Per rispondere alle richieste del mercato, agli obblighi legislativi ed ai criteri definiti dai rating systems, i servizi messi a disposizione del fabbricante da Bureau Veritas Italia sono (in linea con i disposti legislativi e i principali rating system)

REMADE IN ITALY®
La certificazione di prodotto volontaria della percentuale di materiale riciclato derivante dal riciclo di rifiuti per i prodotti Made in Italy. Permette di ottenere, oltre al certificato di prodotto, anche una label emessa dall’organizzazione ReMade oltre che la pubblicazione del prodotto sul sito Remade in Italy®.

CERTIFICAZIONE DELLA DICHIARAZIONE AMBIENTALE AUTODICHIARATA CONFORME ALLA ISO 14021
Le asserzioni ambientali auto-dichiarate redatte in accordo alla ISO 14021, standard globalmente riconosciuto, sono uno degli strumenti che un fabbricante ha a disposzione per dichiarare le caratteristiche di sostenibilità dei propri prodotti. Bureau Veritas interviene nella verifica e certificazione delle dichiarazioni ambientali autodichiarate dal fabbricante fornendo il valore aggiunto di una Terza Parte che possa garantire agli stakeholder l’affidabilità delle caratteristiche che vengono dichiarate.

INSPECTION REPORT IN ACCORDO ALLA ISO/IEC 17020
La possibilità di avere “un’istantanea” sul contenuto di materiale riciclato di un singolo prodotto o di uno specifico lotto di produzione per il fabbricante che ha bisogno di un’evidenza puntuale di questa caratteristica ambientale.

IL PROCESSO DI CERTIFICAZIONE

Quali sono gli obblighi del fabbricante e cosa controlla Bureau Veritas?
Per ottenere una delle certificazioni rilasciate da Bureau Veritas Italia per il contenuto di riciclato, il fabbricante deve implementare e tenere sotto controllo, per i prodotti oggetto della certificazione, un sistema sull’intera catena produttiva, dai controlli in accettazione delle materie prime fino ai controlli sul prodotto finito:
■ Composizione del prodotto ■ Qualifica dei fornitori ■ Verifica dei materiali in ingresso ■ Tracciabilità del prodotto ■ Registrazioni ■ Bilancio di Massa

Quali sono i vantaggi delle certificazioni della percentuale di materiale riciclato rilasciate da Bureau Veritas Italia per i prodotti da costruzione?
Le certificazioni del contenuto percentuale di materiale riciclato, rilasciate da un organismo di certificazione competente ed indipendente, sono lo strumento a disposizione del fabbricante per dimostrare al mercato in maniera efficace ed imme-diata la propria attenzione alle tematiche ambientali, nonchè per essere “compliance” con i requisiti previsti dai sistemi di rating e dalla legislazione in materia di contratti pubblici in termini di caratteristiche ambientali. In particolare, quindi, la certificazione del contenuto di riciclato permette ad un fabbricante di:
■ Dimostrare la conformità ai requisiti previsti dai Criteri Minimi per l’Edilizia (il cui inserimento è obbligatorio ai sensi del cd Nuovo Codice Appalti)
■ Dimostrare conformità agli eventuali requisiti premianti, definiti nei CAM, in caso di aggiudicazione dell’appalto secondo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa
■ Ottenere i crediti previsti dagli specifici criteri dei rating systems (LEED, BREEAM, ITACA, HQE, ...)
■ Accrescere la brand reputation in un mercato nazionale/internazionale sempre più attento alle tematiche ambientali
■ Comunicare informazioni utili verificate, indirizzando il mercato all’acquisto di prodotti ambientalmente sostenibili.

  • Esperienza

    Bureau Veritas ha attestato le caratteristiche di oltre 1000 prodotti, rispetto ai principali schemi in ambito edilizia sostenibile.

  • Network

    La presenza globale in più di 140 Paesi garantisce al cliente i vantaggi di una capillare diffusione locale .

  • Riconoscimento

    Bureau Veritas Certification è riconosciuta a livello mondiale grazie ad un network di auditors altamente qualificati.

FAQ - DOMANDE FREQUENTI

A chi si rivolgono i servizi Bureau Veritas per la certificazione del contenuto di materiale riciclato?
Questi servizi sono rivolti a tutte le aziende produttrici di materiali con contenuto di riciclato, di semilavorati costituiti da materiali riciclati, di prodotti finiti che contengono materiale riciclato, che hanno necessità di darne evidenza per poter rispondere agli obblighi del decreto Criteri Ambientali Minimi, nonché nell’ambito degli appalti pubblici o piuttosto per poter ottenere punteggi nel contesto dei rating systems o poter accrescere il proprio brand.

Esiste la possibilità di integrare questi servizi con altre certificazioni?
Sì, ad esempio con le certificazioni di Marcatura CE (obbligatorie per la quasi totalità dei prodotti da costruzione) oppure con le certificazioni di sistema qualità (ISO 9001) e/o di sistema di gestione ambientale (ISO 14001), il cui approccio sistemico diventa un’ottima base di partenza per il mantenimento sotto controllo delle caratteristiche di un prodotto quali ad esempio la percentuale di materiale riciclato. Inoltre congiungere più schemi permette di ridurre i tempi di audit.