didattica-a-distanza

Prassi di riferimento per la didattica a distanza

UNI/PDR 89:2020 - LINEE GUIDA PER IL SISTEMA DI GESTIONE DELLA DIDATTICA A DISTANZA E MISTA NELLE SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO

SCENARIO

L’emergenza COVID-19 ha improvvisamente messo la scuola italiana di fronte alla necessità di attivare metodi e tecniche di didattica a distanza in tempi molto rapidi. La fretta e gli strumenti utilizzati hanno prodotto risultati non sempre soddisfacenti.
Il piano scuola 2020/2021 del Miur richiede un piano di didattica digitale per ogni scuola di ordine e grado e la formazione a distanza avrà uno sviluppo sempre maggiore nei prossimi anni.

SOLUZIONE

La Prassi di Riferimento è un documento che, realizzato con il contributo di Accredia, non vuole far fronte solo all’emergenza sanitaria in corso, ma intende soprattutto gettare le basi per un modello di riferimento per lo sviluppo di metodologie didattiche innovative e basate sull’utilizzo delle nuove tecnologie. Il tutto nel rispetto delle indicazioni ministeriali.
La Prassi – che fornisce un modello di riferimento importante rispetto al piano della didattica digitale richiesto dal Miur nel Piano Scuola 2020/2021 – è strutturata secondo due livelli: il primo contiene i requisiti generali per l’organizzazione della scuola rispetto allo sviluppo della didattica digitale; il secondo è composto, invece, da ben 21 appendici integrative della parte generale (“dalla A alla Z”) che rappresentano la parte più ricca del documento, giacché contengono linee guida, modelli e buone pratiche a cui tutte le scuole, dall’infanzia fino ai licei, potranno attingere per costruire la propria offerta formativa.

Il servizio è destinato a tutte le società di formazione che svolgano didattica a distanza.
La UNI/PdR 89:2020 è applicabile anche ai centri di formazione professionale e si potrà applicare in tutto il mondo, giacché i contributi contenuti sono compatibili con qualsiasi legislazione. 
Lo scopo del documento è di fornire agli operatori scolastici un modello organizzativo di riferimento utile a tenere sotto controllo tutte le attività connesse alla didattica a distanza e mista ed a garantire all’utenza scolastica il rispetto sia delle relative prescrizioni legislative sia il raggiungimento dei modelli qualitativi definiti per la didattica a distanza nell’offerta formativa della singola istituzione scolastica. 

LA NOSTRA METODOLOGIA

Il servizio potrà essere erogato in base alle necessità del cliente ed alla complessità e dei rischi dell’organizzazione richiedente tramite:

Verifica on site - verifica della documentazione prodotta dal cliente, per valutare l’idoneità della stessa (procedure, istruzioni, dvr, protocolli, ecc…) e la relativa corretta applicazione mediante assessment in campo, a fronte del Regolamento BV e della check list di audit contenenti le regole e i requisiti di certificazione.
La verifica è effettuata anche con la partecipazione del valutatore durante una lezione a distanza, con controlli diretti a giudicare la corrispondenza delle caratteristiche dei servizi/processi erogati con quanto dichiarato nel documento di riferimento per la certificazione.
Al termine dell’audit verrà rilasciato un Rapporto di Valutazione, con le eventuali azioni da attuare per colmare le lacune evidenziate in occasione della verifica documentale e/o in campo. 
A fronte dell’esito positivo delle attività, verrà rilasciato un certificato di conformità relativo alla corrispondenza delle caratteristiche dei servizi/processi erogati con quanto indicato nel documento di riferimento per la certificazione

  • Accreditamento

    Bureau Veritas è riconosciuto come Organismo di Certificazione ISO 9001 da oltre 35 Organismi di Accreditamento.

  • Leadership

    Bureau Veritas Certification è leader di mercato mondiale con oltre 300.000 aziende certificate in 100 Paesi.

FAQ

Da dove nasce l’esigenza di redigere una Prassi per la DaD?
Il documento è nato dalla volontà di mettere a disposizione di tutti gli operatori scolastici un modello di riferimento per la gestione delle attività di didattica a distanza. L’opportunità di definire tale documento è stata valutata sia in relazione all’emergenza sanitaria internazionale del COVID-19 sia in relazione al più generale obiettivo di fornire indicazioni uniformi per la diffusione di una didattica innovativa e legata alle nuove tecnologie, sicché l’orizzonte temporale del presente documento non è limitato alla pandemia in corso al momento della sua pubblicazione ma è rivolto all’avvio - nel lungo periodo - di un processo di normazione volontaria nel settore della didattica a distanza e mista.

A che tipo di struttura formativa è applicabile la UNI/PdR 89:2020?
La prassi di riferimento fornisce le linee guida per la gestione della didattica a distanza e mista nelle scuole di ogni ordine e grado, sia gestite da enti pubblici che da enti privati, in quest’ultimo caso sia paritarie sia non paritarie. Essa è applicabile anche alle altre organizzazioni, come ad esempio i centri di formazione professionale, che svolgono attività assimilabile a quella scolastica, anche in base alle singole legislazioni dei Paesi ai quali può essere applicata.