social-accountability

La gestione del rischio di reato nelle Amministrazioni Pubbliche e Società partecipate

La Legge Anticorruzione 190/2012 ha introdotto l’obbligo da parte degli Enti Pubblici di dotarsi di Piani Triennali di Prevenzione della Corruzione (PTPC) e di nominare un Responsabile per la Prevenzione della Corruzione (RPC). A due anni dall’entrata in vigore della Legge, gli Enti hanno oggi la necessità e l’urgenza di passare dalla fase di formale adozione a quella di concreta attuazione e relativo monitoraggio.
Bureau Veritas Italia, Organismo di Certificazione e controllo, propone un corso di formazione sulla gestione del rischio di reato di corruzione.
Il corso fornisce esperienze ed indicazioni pratiche su come condurre un processo di risk management per la costruzione, attuazione e monitoraggio dei PTPC. L’argomento è approfondito in modo innovativo, integrando le esigenze delle Società partecipate e/o i requisiti dei Modelli 231.
Il corso consente inoltre al RPC di comprendere in modo chiaro come gestire al meglio le proprie funzioni, evitando conseguenze per l’Ente e per la propria responsabilità personale.

PROGRAMMAZIONE
Pianificazione da concordare con il cliente.

OBIETTIVI
■ Evidenziare i requisiti che devono essere soddisfatti da un PTPC 
■ Fornire le tecniche e gli strumenti di lavoro necessari per le attività di costruzione/attuazione/monitoraggio dei PTPC così come richiesto dalla Legge 190/2012, Circolari ANAC e dalle Best Practice di settore
■ Fornire le tecniche e gli strumenti di lavoro di supporto al RPC per la conduzione degli Audit per verificare il rispetto e l’adeguatezza dei PTPC

CONTENUTI
■ Quadro generale sulla Legge 190/2012 e Circolari ANAC: il reato di corruzione, il regime di responsabilità personale e/o amministrativa dell’Ente ex D.Lgs. 231/01, l’applicazione delle sanzioni e le condizioni di esclusione. 
■ La Metodologia per la costruzione, manutenzione e aggiornamento dei PTPC nel settore pubblico.
■ Principi, finalità ed elementi costitutivi di un PTPC: aree di rischio, strumenti idonei a prevenire i rischi di corruzione in un ottica integrata con i Sistemi di Controllo Interno esistenti (es. Modello 231, Codice Etico, sistema disciplinare, piano di comunicazione e formazione, whistleblowing). 
■ L’efficace attuazione del PTPC: vigilanza e flussi informativi da e verso il RPC, in coordinamento con l’Organismo di Vigilanza ai sensi del D.lgs. 231/01 

STRUTTURA
■ Struttura: Lezione in aula; dibattito; esercitazioni pratiche; casi studio. 
■ Docente: Commercialista esperto in materia di Modelli Organizzativi/Piani Anticorruzione e un Avvocato Amministrativista esperto in Modelli Organizzativi/Piani Anticorruzione
■ Materiale didattico: Copia cartacea delle diapositive proiettate; moduli per esercizi 
■ Durata: 1 giorno (8 ore)

DESTINATARI
■ Membri dell’Organismo di Vigilanza, Internal Auditor, Risk Manager, Membri Collegio Sindacale/Collegio dei Revisori dei Conti, Responsabile Prevenzione della Corruzione (RPC), Responsabili Sistemi di Gestione, Auditor Sistemi di Gestione

ATTESTATI
■ Attestati: Certificato di Frequenza Bureau Veritas oppure al superamento dell’esame finale, Certificato di superamento Bureau Veritas
■ Esame: Esame finale facoltativo

ISCRIZIONE
■ Preventivo e pianificazione da concordare con il cliente