supply-chain-remote-audit

News

Supply chain sustainability remote audit

May. 4 2020

Tra gli strumenti a supporto delle organizzazioni che desiderano presidiare ogni tassello della propria filiera, Bureau Veritas ha sviluppato i supply chain sustainability remote audit, pensati come valida alternativa all’audit in campo.

Questi audit, offrono la possibilità di coniugare un rigoroso approccio analitico con le esigenze di flessibilità delle organizzazioni e dei loro fornitori. Il loro svolgimento da remoto permette di monitorare gli anelli della catena di fornitura, che potrebbe essere altrimenti difficile sottoporre a controllo, specialmente in un periodo caratterizzato da limitazione degli spostamenti.

È possibile prevedere un focus su alcuni aspetti che oggi assumono particolare rilievo, dall’applicazione delle misure atte a tutelare la salute e la sicurezza dei lavoratori, alla luce dell’emergenza sanitaria del Covid-19, sino agli istituti contrattuali e normativi utilizzati per far fronte alla sospensione momentanea delle attività produttive.

Ambiti di verifica

• Salute e sicurezza
• Rapporti di lavoro
• Ambiente
• Legalità ed etica

È disponibile una checklist specifica, che illustra i criteri di verifica e le evidenze da acquisire, così da guidare l’auditor nello svolgimento dell’attività.
La checklist è customizzabile in base alle esigenze del cliente. Questa può essere integrata con un sistema di rating e con ulteriori requisiti, così come è possibile semplificarla escludendo eventuali cluster non ritenuti significativi in base agli obiettivi di monitoraggio definiti dal cliente.

Gli step dell'intervento

 L’attività di verifica si svolge da remoto e si articola secondo fasi definite:

• Acquisizione delle informazioni preliminari sul fornitore
• Condivisione con il fornitore del perimetro di audit e della documentazione richiesta
• Raccolta e analisi della documentazione tramite strumenti ICT
 Intervista alle funzioni di riferimento
• Elaborazione e condivisione dei risultati di audit con il fornitore
• Definizione delle successive azioni (ad es.: follow-up su eventuali non-conformità)

I benefici

Sotto il profilo tecnico, seppur concentrato sulla sola analisi documentale, questo servizio risulta paragonabile a quello di verifica in campo in termini di accuratezza della valutazione, offrendo dei vantaggi non trascurabili quali:

• Continuità dei programmi di monitoraggio in essere: il cliente può continuare a presidiare la propria filiera di approvvigionamento anche qualora le attività di verifica in campo fossero soggette a restrizioni, intercettando e gestendo con prontezza quei rischi significativi che proprio nel momento attuale potrebbero emergere (ad es., il mancato rispetto delle disposizioni a tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori, il ricorso a modalità non corrette di gestione delle fluttuazioni del lavoro, l'assenza di continuità nella retribuzione);

• Riduzione dei tempi dedicati alle attività di verifica: i fornitori possono dedicare un tempo ridotto agli audit, con un minore impatto sul ripristino e la gestione delle attività operative.